Lavanda

La lavanda è una pianta comune delle regioni del sud Europa, autoctona delle regioni del Mediterraneo.

Nome: Lavandula angustifolia
Famiglia: Labiatae

Principi attivi

I fiori di lavanda contengono:

  • oli essenziali tra i quali il linalolo;
  • l’acetato di linalile;
  • cineolo;
  • canfora;
  • tannini;
  • idrossicumarine;
  • acido caffeico e derivati.

Proprietà e Impieghi

La lavanda è ottima per:

  • funzioni sedative, antispastiche, antinfiammatorie, antimicrobiche ;
  • funzioni antimicrobiche;
  • funzioni di battericida contro ceppi di Staphylococcus aureus  e Enterococcus faecium;
  • acne, rosacea ed eczemi;
  • flatulenza e coliche;
  • irrequietezza, insonnia e disturbi digestivi.

I fiori di lavanda vengono utilizzati soprattutto per le loro proprietà modestamente sedative e per le proprietà antispastiche esercitate in particolar modo sulla muscolatura liscia del tubo digerente e dell’albero bronchiale.

L’olio essenziale di lavanda, invece, si utilizza per via esterna: ottenuto per distillazione dei fiori che dispongono di ottime proprietà antinfiammatorie.